La Storia di Google: nascita della (famosa SERP di Google)

Creazione sito web professionale gratis con logo animato e SEO ai primi clienti
Social media network: icona che collega al mio profilo Facebook
Restyling, Strategie e (Consulenza SEO) Roma.
Creazione siti web professionali e SEM per visibilità
Perito Informatico e Tecnico Industriale
Google Story o Yahoo Design, il mio Trend é l'interattività, qualità e velocità del sito web
Agenzia Web Marketing | Social Media Marketing | Posizionamento siti su Google
Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia di Google e della google SEO
il Googleplex: il complesso della società google adesso della Holding Alphabet Inc

Questo é il Googleplex, il quartier generale di Google negli Stati Uniti sito precisamente nella Silicon Valley (CA) in California.

Parlando di realizzazione siti web e web design riguardanti anche il design responsive e di argomenti di Web Marketing, quali il posizionamento siti web e la SEO, non possiamo che non parlare di google. Google introdusse per primo i fattori di ranking. I fattori di ranking, ovvero l'ottimizzazione onpage e offpage effettuata per migliorare in poche parole il posizionamento dei siti internet sulla SERP dei motori di ricerca. É un'argomento molto interessante e troverete più dettagli nella mia Guida al SEM, che ho intitolato Guida SEO: Principi di marketing e pubblicità sul web, molto utile. Cosa vuol dire SEM? search engine marketing, o le attività svolte per migliorare il posizionamento siti su google. Continuando a parlare del motore di ricerca per eccellenza, del colosso statunitense google, possiamo dire che attualmente ricopre circa il 70% delle ricerche effettuate dagli utenti del web. Ovviamente sia con computer desktop, che mobile dagli utenti di internet. Attualmente é il più utilizzato e conosciuto rispetto alla concorrenza. Concorrenza del calibro di bing e yahoo. Google, un nome una garanzia, in termini di affidabilità e attendibilità delle ricerche sul web, che è stata lanciata nel 1998 da Larry Page e Sergey Brin per commercializzare Google Search, è diventato attualmente il motore di ricerca basato sul Web più utilizzato. Larry Page e Sergey Brin, sono due fondatori e ormai ex studenti della Stanford University in California, crearono un algoritmo di ricerca inizialmente noto con il nome di BackRub nel 1996, con l'aiuto di altri ricercatori Scott Hassan e A. Steremberg. Il motore di ricerca si è presto rivelato un successo e la società google search espandendosi, si è spostata più volte stabilendosi infine a Mountain View nel 2003 dove attualmente si trova il quartiere generale chiamato il Googleplex. Ciò ha segnato una fase di rapida crescita, con la società che ha fatto la sua offerta pubblica iniziale nel 2004 e che è rapidamente diventata una delle più grandi società di media del mondo. La società ha lanciato successivamente altri servizi, dall'informazione in tempo reale con l'aggregatore di notizie denominato piu semplicemente Google News nel 2002, ai servizi di posta elettronica con Gmail lanciata nel 2004. A seguire Google Maps nel 2005, che riguarda il famosissimo navigatore stradale usato dagli autobilisti. Successivamente Google sviluppò google Chrome nel 2008, il primo browser creato dalla casa di Mountain View ed il social network noto come Google+ nel 2011 (ma che purtroppo é stato chiuso ad aprile 2019), oltre a molti altri servizi e prodotti. Nel 2015, Google è diventata la principale filiale della holding Alphabet Inc. Attualmente Google ha collaborato e collabora con NASA, AOL, Sun Microsystems, News Corporation e moltri altri. La societa ha creato inoltre una filiale di beneficenza, denominata Google.org nel 2005.




La Storia di Google - da Backrub alla Google's SERP


Il Backrub e la prima versione di algoritmo basato sul web ideato da Page e Brinil nome Backrub successivamente divenne google che ha origine da un errore ortografico di googol

Partendo da sinistra verso destra possiamo notare le variazioni seppure minime del logo di Google, di fatti all'inizio si chiamava Backrub (a sinistra), mentre adesso si chiama Google Search (a destra).

La storia di google parte dalla prima versione diciamo sperimentale denominata Backrub, fino alla Google's SERP e sebbene quando si parla di google e della sua storia, stiamo anche parlando della storia del web marketing e quindi della SEO, che si sono sviluppate di conseguenza insieme al colosso statunitense delle ricerche google appunto, ci sembra opportuno parlare dell'intera storia di google fatta ovviamente di molti successi, ma anche di qualche controversia, che il gigante buono delle ricerche come lo chiamo io ha saputo affrontare e superare egregiamente. Malgrado Google e la sua SERP(Search Engine Results Page) sia stata precedentemente coinvolta in alcune dispute legali del 2006 negli Stati Uniti su un'ordine del tribunale, in quanto é stata accusata ingiustamente di divulgare stringhe di ricerca e URL, ed è stata oggetto di indagini per elusione fiscale nel Regno Unito, ha continuato a fornire alla societa il suo aiuto, con tantissimi e utilissimi prodotti e servizi di libero consumo, che il gigante buono delle ricerche ci ha concesso gratuitamente. Possiamo continuare l'interminabile discorso della storia di google che in inglese si dice the google story dicendo che: Google ha subito molti aggiornamenti nel tentativo di combattere l'abuso di ottimizzazione dei motori di ricerca, fornire un aggiornamento dinamico dei risultati e rendere il sistema per l'indicizzazione dei siti più rapido e flessibile possibile. I risultati della ricerca hanno iniziato a essere personalizzati nel 2005 a seguito dell'introduzione del completamento automatico che prese il nome di Google Suggest. Dal 2007, Universal Search ha fornito tutti i tipi di contenuto, non solo i contenuti testuali, nei risultati di ricerca, ma anche quelli multimediali soprattutto dopo l'acquizizione del colosso statunitense di youtube nel 2006. Google é stato creato dal suo predecessore il "BackRub", un progetto di ricerca avviato nel 1996 da Larry Page e Sergey Brin quando entrambi erano dottorandi alla Stanford University di Stanford, in California.

Come funziona l'algoritmo di google?


Possiamo dire che la parola algoritmo, sta ad indicare istruzioni codificate in un determinato linguaggio al fine di raggiungere un risultato. Esempio di algoritmo complesso e quello di cui stiamo parlando in questa pagina, ovvero della storia di google. L'algoritmo di google infatti, é impiegato per determinare il ranking dei siti indicizzati al fine di posizionarli nella serp. L'algoritmo é stato sottoposto a molti aggiornamenti, per migliorarne l'affidabilità delle ricerche. Alcuni di questi aggiornamenti sono per esempio i famosi in ambito seo e sem: google penguin, panda ecc. La missione di google é quella quindi, di migliorare risultati delle query di ricerca scritte dagli utenti nel browser. Alcune novità del potentissimo algoritmo di google, sono l'impiego dell'intelligenza artificiale e del machine learning.

Crawling Indexing e Ranking


Per riassumere come funziona l'algoritmo di google, possiamo dire le fasi principali nelle quali il motore di ricerca indicizza nuovi siti e li posiziona nella serp. Google effettua dunque il crawling, l'indexing e il ranking.

Crawling che cos'é?

Per crawling, stiamo parlando dell'analisi dei contenuti della rete da parte di spider e robot. Il web crawler, é uno spider adibito alla ricerca di siti da indicizzare o già indicizzati, al fine di verificare eventuali aggiornamenti fatti alle pagine.

Indexing

Con l'indexing a differenza del crawling, stiamo ad indicare l'indicizzazione dei siti web. Dopo che i nuovi siti web sono stati individuati con il crawling, vengono indicizzati nella fase di indexing, all'interno del catalogo di google.

Ranking

Con il ranking, stiamo ad indicare il definitivo posizionamento in serp dei siti scansionati. Nel ranking, gli algoritmi sono adibiti a verificare la qualità dei contenuti dei siti web. Alcuni di questi algoritmi sono il panda, in penguin, l'hammingbird che spiegherò di seguito in questa pagina.

Il mistero dell'algoritmo di big g

L'algoritmo di google non é più un mistero. Difatti ci sono molte risorse in rete nelle vengono documentati le metriche e fattori di ranking che il motore di ricerca utilizza per il pagerank dei siti web. Non é più difficile capire le correlazioni che ci sono fra loro. Ci sono validi documenti online che spiegano le varie ponderazione e correlazioni che ci sono fra i diversi fattori di ranking. Tuttavia la google serp effettua molti aggiornamenti, per questo i seo specialist e copywriter devono stare al passo con le evoluzioni degli algoritmi di big g. Le metriche come sono suddivise in 4 parametri: Relevance, Authority, Trust, Usability.

  • Relevance o Rilevanza
  • Authority o autorità
  • Trust o fiducia
  • Usability o usabilità


Relevance o rilevanza
Che cos'é la relevance? la relevance o rilevanza, sarebbe nient'altro che la pertinenza con la quale le parole chiave si contentrano mella pagina web. Possono ad esempio concentrarsi nel tag title o titolo della pagina, oppure nel testo. É determinata dalla combinazione dei fattori di ranking onpage e offpage, ovvero se il dominio é rilevante per il termine di ricerca, si migliorerà la pertinenza e quindi anche il valore della stessa pagina.

Authority
Che si intende per autority? parlando di autority, parliamo anche di pagerank, ovvero un'importantissima invenzione nella google serp apportata dal fondatore Larry paige. Attualmente il pageank non e più cosi importante di come lo fosse in passato, tuttavia capire come funzioni insieme ai svariati fattori di ranking, é importante per migliorare il posizionamento del proprio sito web in internet. Che cose il pagerank? il pagerank saebbe nient'altro che il valore aggiunto di una pagina web espresso in voti. Più alto sarà il voto di una pagina, più sarà classificata bene nella serp di google. Se per esempio una pagina possiede link e quel link deriva da una pagina con molti voti, può classificarsi bene e trarne beneficio con una migliore visibilità fra i risultati delle ricerche. Qui entra in gioco il link juice, che sarebbe in parole povere il valore passato da una pagina all'altra in merito al link impiegato.

Trust
Cos'e il trust? per trust, intendiamo la fiducia che ogni sito web dovrebbe ottenere da google, utilizzando tecniche seo white hat. Il trust sarebbe quindi un'algoritmo adibito a ostacolare lo spam da parte di siti web che manipolano i risultati delle ricerche. Se da una parte ci sono siti web ben strutturati e molto utili agli utenti del web, dall'altra parte ci sono siti web che praticano tecniche fraudolente per posizionarsi meglio nella serp. Questi siti web sono penalizzati da big g in termini di ranking. Per esempio: se un sito web ha molti link da domini web malevoli o scarsi di conteuti, non otterremo alcun risultato utile al nostro posizionamento, anzi faremo pensare a google che anch'esso sia un sito web da penalizzare.

Usability
Per usabilità stiamo parlando invece di rendere le pagine web attraenti e con contenuti fruibili sia per gli esseri umani che per i robot del motore di ricerca. Se avete un sito web e lo riempite di annunci pubblicitari di tipo banner, non creerete una user experience ottimale e non migliorerete il posizionamento del sito web. Per ottimizzare l'usabilità del sito web, dobbiamo creare un sito senza i fastidiosi banner pubblicitari e che sia veloce. Di fatti anche la velocità del sito web é importante per la user experience. Se un sito web veloce é migliore anche il suo posizionamento sulla serp.



google serp cos'é? cos'é la serp di google e perchè importante?


Larry Page alla ricerca di un tema di tesi, iniziò ad esplorare le proprietà matematiche del World Wide Web , studiando la sua struttura di collegamenti. Con l'incoraggiamento del suo supervisore, T. Winograd, Larry si è concentrato sul problema di scoprire quali pagine Web si collegano a una determinata pagina, in base alla considerazione che il numero e la natura di tali backlink costituivano informazioni preziose come dettano le citazioni nell'editoria accademica. Il progetto di ricerca è stato soprannominato inizialmente con il nome di "BackRub" e presto Page è stato affiancato da Brin e di conseguenza il progetto Backrub fù successivamente supportato dal Dipartimento di Scienze Informatiche della National Science Foundation. I due si conobbero per la prima volta nell'estate del 1995, nel campus e nella vicina San Francisco. Sia Brin che Page avevano qualcosa in comune, di fatti stavano lavorando allo Stanford Digital Library Project (SDLP), il cui obiettivo era quello di "sviluppare le tecnologie per la creazione di un'unica biblioteca digitale integrata e universale" ed è stato finanziato dalla National Science Foundation, tra le altre agenzie federali. Il crawler web di Page iniziò ad esplorare il web nel marzo 1996, con la propria home page situata a Stanford. Per convertire i dati di backlink raccolti per una determinata pagina Web in una misura di importanza, Brin e Page hanno sviluppato l'algoritmo che attualmente conosciamo con il nome di PageRank. Durante l'analisi dell'output di BackRub che, per un determinato URL, consisteva in un elenco di backlink classificati in base all'importanza, la coppia di studenti si rese conto da subito che un motore di ricerca basato sul PageRank avrebbe prodotto risultati migliori rispetto alle tecniche esistenti basate sull'attribuire maggiore importanza alle pagine web con maggiore concentrazione delle keywords. Quindi brevemente possiamo dire ed intuire che Page e Brin originariamente soprannominarono il nuovo motore di ricerca "BackRub", perché il sistema controllava i backlink per stimare l'importanza di un sito, per attribuire ad ogni sito un punteggio o pagerank, maggiore quindi sarebbe stato il Pagerank di un sito, migliore sarebbe stato il posizionamento sulla serp del Backrub o google. Convinti che le pagine con il maggior numero di collegamenti ad esse da altre pagine Web di grande rilevanza debbano essere le pagine più pertinenti associate alla ricerca, Page e Brin hanno testato la loro tesi nell'ambito dei loro studi e hanno gettato le basi per il loro motore di ricerca. La prima versione di Google è stata rilasciata nell'agosto 1996 sul sito web di Stanford. Ha utilizzato quasi la metà della larghezza di banda dell'intera rete della Stanford University, dell'Università di Stanford. Prosegui la lettura o torna su.


google seo bot e gli algoritmi della serp


Con il passare del tempo la competizione anche con altri motori di ricerca cambiarono. Di fatti ci furono e ci sono molte innovazioni nelle serp e negli algoritmi adibiti al crawling, all'indicizzazione e al ranking dei siti web. La storia di google ci insegna che tali innovazioni sono state rese possibili grazie alla professionalità degli ingegneri della casa google llc. Nacquero cosi gli algoritmi di google adibiti a migliorare le ricerche degli utenti. Gli algoritmi più famosi sono il google panda, penguin, hammingbird ecc. Ma a che cosa servono gli algoritmi di google?

google coffeine: indicizzazione siti web ottimizzata

Molto importante ai fini del google seo indexing é l'algoritmo coffeine. L'algoritmo é stato realizzato quasi insieme al vince e venice nel ed è algoritmo storico di google. Perchè l'algoritmo coffeine é importante? é importante perchè permette all'indice di google di individuare le nuove pagine con contenuti freshi(o freshness) nel web. E che vuol dire? che permette all'indice di google d aggiornarsi più repentinamente che in passato. Come? l'algoritmo é nuovo sistema di indicizzazione siti creato dagli ingegneri di google. Coffeine é in grado di archivire i dati in modo più efficente, al fine di ottenere risultati di ricerca freschi ed aggiornati. É stato realizzato per questo specifico scopo, ossia quello di trovare nuove pagine internet al fine di indicizzarle e catalogarle nella serp(search engine result page), con ottime performance. In tal modo anche le pagine recenti, vengono scansionate da spider e crawler del motore di ricerca più velocemen migliorando anche l'esperienza utente(user experience). L'indicizazione repentina delle pagine web, permette ai nuovi siti di contribuire a ottimizzazione della qualità dei risultati dalle ricerche fatte dagl utenti di internet con i motori.


google panda: cos'é?


L'algoritmo google panda é nato nel 2011 ed é uno degli algoritmi antifraud di google più famoso nel web. Questo algoritmo sarebbe in poche parole la nuova versione dell'algoritmo coffeine di google. Google panda a differenza del coffeine restituiva risultati più pertinenti e in maniera più veloce. La novità stava nel fatto, che questo nuovo algoritmo di google é stato creato dagli ingegneri al fine di evitare la seo black hat effettuata in questo caso, con il cosiddetto copia ed incolla dei contenuti web da altri siti internet. Le pratica black hat sono pratiche sgradite da google, per il motivo che effettuano la seo ingannevole. Tali siti fraudolenti vengono presi di mira dal motore di ricerca e vengono penalizzate in termini di posizionamento in Serp. Panda é quindi stato ottimizzato al fine di evitare contenuti non originali e presi da altri siti web. Tale impresa é resa possibile attraverso lo scrapper update, ovvero l'aggiornamento dell'algoritmo panda che permette l'individuazione dei siti web che non offrono contenuti di valore aggiunto agli utenti del web. Siti web poveri di contenuti e con contenuti copiati da altri siti web vengono penalizzati e messi nella lista nera di google.


Penguin: cos'é? quali differenze?

Altro algoritmo di google é il google penguin. L'algoritmo a differenza del panda riesce a individuare i link dei siti web che non sono attinenti all'argomento trattato sito o pagina web. L'auditing dell'algoritmo e stato all'attesa delle aspettative. L'algoritmo stato notevolmente aggiornato da prima versione. Nel 2013 il penguin viene aggiornato e chiamato penguin 2, al quale sono state apportate modifiche al fine di renderlo meglio della prima versione. Difatti é stato capace di rilevare efficaciemente i siti web che praticano la seo black hat, per migliorare il posizionamento sito in serp e quindi il ranking. Molti di voi mi chiedono: come il penguin svolge l'analisi dei siti web? il penguin prende di mira i siti web che praticano la seo black hat, precisamente utilizzano link esterni per la notorietà, senza fornire contenuti utili agli utenti finali. L'algoritmo penguin penalizza i siti web che solo linkati quindi da fonti anche autorevoli, ma non in linea con "content is the king". Con content is the king o il contenuto é il re, stiamo ad indicare che siti web che non offrono contenuti utili agli del web, vengono penalizzati dal penguin. I siti web devono quindi, offrire contenuti ricchi agli utenti e devono inoltre essere conformi con le regole dettate da big g, google, al fine di non incorrere in penalizzazione algoritmiche. Le penalizzazioni ripercuotono il ranking del sito e nei casi peggiori, addirittura, una vera e propria esclusione dall'indice di google. Difatti non tutti i siti che google analizza vengono indicizzati nella serp, a causa della mancanza di qualità dei contenuti. In poche parole google piacciono contenuti non copiati, onesti e di qualità.


Hammingbird e la precisione del colibri

Altro algoritmo molto importante della serp di google é l'hammingbird. L'Hammingbird come gli altri algoritmi di google é adibito ad individuare ed a penalizzare, siti web che praticano la seo black hat. L'hammingbird é stato realizzato dagli ingegneri della Google LLC, al fine di rendere più precise le ricerche. Questo nuovo algoritmo é creato difatti, per interpretare al meglio la semantica con la Lsi, delle query di ricerca fatte dagli utenti. Diciamo quindi che é suo compito, quello di interpretare meglio le query di ricerca complesse scritte dagli utenti del web. Questo algoritmo é stato chiamato hammingbird perche é un' algoritmo veloce e preciso, come il volatile colibri. Come funziona l'algoritmo? con l'aggiornamento, ci sono stati molti miglioramenti al fine di cogliere le intenzioni di ricerca degli utenti. L'hammingbird non solo fornisce ricerche con exact math "corrispondenza esatta", ma interpreta molto precisamente le query di ricerca anche se differenti. L'aggiornamento ottimizza le ricerche effettuate con dispositivi mobili e le ricerche vocali. Che vuol dire? che l'algoritmo é migliorato per effettuare la ricerca con lo smatphone o tablet, ma anche le ricerche vocali. Interpreta quindi, anche il significato del parlato analizzandolo nel dettaglio.

Pigeon local seo di google

Altro algoritmo di google importante per la local seo, si chiama pigeon. Cos'è la seo locale? la search engine optimizzation locale, permette di dare risultati pertinenti alla località in cui ci troviamo. Perchè é importante? perchè é adibito ad effettare le ricerche locali. Questo algoritmo é stato creato dagli ingegneri di google per migliorare le ricerche localizzate con il web marketing localizzato. L'algoritmo pigeon é stato ottimizzato per il nuovo sistema operativo google android, che ci fornisce funzioni avanzate di localizzazione con gps. Anche google maps si appoggia a questa novità, allo scopo di fornire in questo caso indicazioni stradali a autisti o viaggiatori. Attraverso questa é possibile trovare servizi come per esempio: ristoranti, negozi, cinema ecc vicino alla nostra posizione. La localizzazione permette di trovare facilmente negozi, ristoranti ecc nei paraggi, vicino a noi. Pigeon é stata una vera e propria svolta nell'ambito del web marketing e del digital marketing localizzato.

Mobilegeddon

Il mobilegeddon é l'algoritmo di google che é adibito a premiare i siti web mobile friendly. Mobilegeddon, che sembra ricordare l'apocalisse bibblica, ha dato molto scalpore al suo lancio nel web. É stato lanciato da google il 21 aprile 2015. Cos'é il mobilegeddon? é un'aggiornamento di google che serve a determinare il posizionamento siti web sulla google serp. L'algoritmo é stato una vera e propria novità nel settore del web marketing, poiché ha influenzato le ricerche in merito al dispositivo o device impiegato. L'aggiornamento di big g nell'ambito delle ricerche mobile, sarebbe un'aggiornamento che premia i siti web mobile friendly o con web design responsive. Sappiamo che il design responsivo é una caratteristica che permette al sito web di adattarsi alle diverse dimensioni dei display e per rendere la user experience o esperienza utente migliore. I siti internet, che purtroppo non sono stati ottimizzati per dispositivi smartphone e tablet, sono penalizzati dai motori di ricerca e rischiano di scivolare nella classifica serp di google. Cosa fare per evitare di perdere posizioni per via del mobilegeddon? se siete web designer e avete conoscenze di html, css e media queries, potete effettuare le modifiche al sito personale o blog anche da soli. Se invece non avete conoscenze nell'ambito della programmazione in html, é consigliabile rivolgersi a web designer professionisti come noi contattami. Tornano a noi ed a parlare del mobilegeddon, possiamo dire che abbia subito alcuni aggiornamenti. Di fatti sembra che nel 2016 l'algoritmo sia stato aggiornato a google mobilegeddon 2. L'effetto dell'aggiornamento, riguarda l'aumento dell'effetto del design responsive come parametro di posizionamento seo e la penalizzazione di pagine web che abusano di troppe keywords.

Rankbrain ed intelligenza artificiale


L'AI o intelligenza artificiale, é la nuova innovazione che i motori di ricerca adoperano nelle ricerce web. Rankbrain quindi é la nuova frontiera che google sta adoperando nel suo algoritmo di ricerca. É stato realizzato sul machine learning e sull'algoritmo di intelligenza artificiale, al fine di rendere le ricerche degli utenti web più efficaci e precise. Intelligenza artificiale e machine learning che sono? sarebbero sistemi informatici, capaci di apprendere ed individuare dai dati forniti, le relazioni che ci sono fra di essi. Rankbrain ci da come risultati dalle query di ricerca digitate, pagine internet che non contengono le esatte parole chiave(o keyword). Coglie difatti, le differnze concettuali delle parole chiave digitate, fornendoci risultati nella serp molto precisi. Rankbrain non fa parte dell google bert, che utilizza il machine learning, ma fa parte dell'algoritmo hammingbird. É un'algoritmo molto importante di google, che é in grado di cogliere le differenze concettuali dalle query digitate nel browser, non solo i sinonimi delle parole. A tal scopo sfrutta il machine learning e l'artificial intelligence, per migliorare la user experience degli utenti e la precisione delle ricerche nel web.

Conclusione cronostoria algorirtmo di google


La google serp ha molti algoritmi per scovare i siti web che prataticano la seo blackhat. Ad ogni nuovo aggiornamento degli algoritmi, la serp e il posizionamento dei siti web cambia. Ci sono diversi tools per verificare i posizionamento del tuo sito quando google effettua gli aggiornamenti. Il pagerank dei siti coinvolti ad esempio nelle penalizzazioni seo di google può variare e farci perdere posizioni nella sua classifica serp. Dai un'occhiata anche alla nostra guida al posizionamento sito. Per correre ai ripari quindi, possiamo intervenire con la cosiddetta recovery del sito web. Che cosa vuol dire recovery? recovery che dall'inglese vuol dire recupero, ci permette di recuperare le posizioni perse e quindi il pagerank del sito web quand google aggiorna la serp. Effettuando la recovery di un siti web o l'ottimizzazione per i motori di ricerca onpage, quindi della semantica seo e il copywriting de testi o l'ottimizzazione per i motori offpage con tecniche di linkbuilding possono volerci due settimane prima di notare i risultati. Notare il posizionamento del sito web nei risultati delle ricerche. Effettuare il rankng delle pagine web é un'attività ce i motori di ricerca svolgono nel medio lungo periodo e ci possono volere circa anno per vedere i risultati complessivi della strategia di web marketing. Le strategie di web marketing, vengono fatte dal seo specialist, invece l'aspetto grafico delle pagine é compito del web designer. Nella nostra agenzia web marketing, creiamo le migliori strategie seo e i migliori web design responsive ai nostri clienti. Vuoi avere presenza in internet e nel digitale? Contattaci!



The Google Story - La pubblicità sul web sostenibile


La storia di Google: the google story il migliore motore di ricerca

La sostenibilità di google é dimostrata dai fatti(come da foto). I dipendenti si recano a lavoro nel Googleplex mediante l'utilizzo di biciclette colorate, simbolo della sostenibilità.

Parlando di Google story e quindi della storia di google ed anche dei settori ad esso correlati in maniera diretta quali: la realizzazione siti web, il web marketing e la SEO nonchè il web design sottolineando in questo caso l'importanza del design responsive o adattativo e il ruolo che la tecniche per la realizzazione siti web con design responsivo svolgono nell'ambito dell'ottimizzazione per i motori di ricerca e del posizionamento siti web, non possiamo che non parlare in questa pagina che ho riservato a google appunto, anche degli impegni attuali o probabili che il colosso dell'informatica ormai divenuto un'icona del web e non solo intende farsi carico ed intraprendere per migliorare. Google ebbe i suoi inizi a partire dalle ricerche sul web e durante la sua espansione nei più disparati campi dell'informatica, diede soprattutto un notevole o massiccio sviluppo al settore pubblicitario o più precisamente al web marketing o pubblicità su internet, con google adwords e la (SEO), sviluppando in tal modo la sua potentissima serp, la Google's SERP. La forza della societa di mountain view e stata quella differenziarsi anche in altri settori oltre al fatto di fornire continui aggiornamenti del googlebot e dei suoi spider e crawler, impiegati per analizzare il web e classificare i siti migliori con seo, da quelli non ottimizzati senza seo quindi. Altro punto di forza nella google story(la storia di google), é stato quello di offrire servizi di web marketing per la creazione di campagne pubblicitarie pay per click(ppc) su internet mediante l'utilizzo del servizio pubblicitario diffusissimo soprattutto per aziende, chiamato google adsense, fino ad oggi, possiamo anche sottolineare l'opera di espansione del motore di ricerca americano con la creazione del conosciutissimo sistema operativo per cellulari o il più comunemente chiamato android, oppure lo sviluppo di servizi di posta elettronica come g-mail, google maps(navigatore satellitare), google news(servizio di notizie), l'acquisizione di youtube(condivisione video) e cosi via. Possiamo continuare in questo breve paragrafo a sottolineare anche l'impegno che google continua a ribadire ancora riguardante lo sviluppo sostenibile intrapreso della società californiana.

google sostenibilità ed energia rinnovabile


La società di Mountain View sita nella silicon valley difatti, ha iniziato e continua a portare avanti la sua sostenibilità in merito all'utilizzo di energia pulita, con l'intenzione di aumentare la produzione di energia elettrica, per permettere a google il funzionamento dei suoi utili servizi. Con ciò possiamo dire che ovviamente l'energia elettrica in questione, serve allo scopo di far funzionare in maniera efficiente tutta la rete di server mediante il passato acquisto nel novembre 2017, di 536 megawatt proveniente da impianti ad energia eolica. Tale investimento quindi, ha permesso all'azienda di raggiungere il 100% di energia rinnovabile. L'energia eolica proviene da due centrali elettriche nel South Dakota, una in Iowa e una in Oklahoma. L'impegno di google, il motore di ricerca che si distingue ormai dai suoi diretti rivali come Yahoo, Bing e Baidu, non solo per la velocità, attendibilità e qualità delle ricerche, é anche un'impegno a raggiungere tale scopo attraverso l'utilizzo di energia proveniente in particolar modo da fonti rinnovabili. Successivamente a settembre 2019, l'amministratore delegato di Google annunciò piani per un'investimento eolico e solare di $ 2 miliardi, il più grande affare di energia rinnovabile nella storia dell'azienda. Ciò consentirà di aumentare il loro profilo di energia verde del 40%, dando loro un extra di 1,6 gigawatt di energia pulita, ha affermato la società. Google la societa attualmente della Holding Alphabet Inc, ha gia in passato, nell'ottobre 2006, annunciato le sue intenzioni per avviare la sua sostenibilità, iniziando a pagare migliaia di pannelli solari per fornire fino a 1,6 mega watt di elettricità, ovvero circa il 30% del fabbisogno energetico del campus, tale sistema ebbe il titolo di essere il più grande sistema di energia solare integrato in un campus aziendale americano e uno dei più grandi in qualsiasi altro sito aziendale al mondo. Dal 2007 inoltre, Google punta alla neutralità delle emissioni di carbonio in relazione alle sue operazioni dedite allo sviluppo sostenibile dell'azienda. La storia di google fino ad adesso ci dice che google é una società secondo un'opinione di noi di web designexpert classificata come il migliore motore di ricerca sia per la qualità delle ricerche e degli altri prodotti e servizi che offre, sia per la sostenibilità che l'azienda predilige attualmente sul mercato. Torna a inizio pagina.

il mio numero di telefono cellulare
Dove mi trovo
Clikka sul pulsante per cercare.
Tel 3335004679 Contatti:
icona che collega al mio contatto E-mail
icona che collega al mio contatto Whatzapp
icona che collega al mio profilo sul Social Instagram
icona che collega al mio profilo sul Social Twitter
icona che collega al mio profilo sul Social Facebook
icona che ti riporta alla pagina principale
Web Designexpert©
Copyright 2019. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu